Gruppo Partners Associates

K-Trends...

26 aprile 2017

8 rivoluzioni digitali per i supermercati di domani

8 rivoluzioni digitali per i supermercati di domani

La digitalizzazione degli ambienti e l’introduzione di nuovi  tecnologie modificheranno completamente l'esperienza dei clienti nei negozi, rendendo sempre più sottile il confine tra online e fisico. Un'attività quotidiana come andare a fare la spesa diventerà sempre più comoda,  piacevole e personalizzata.

Il supermercato del futuro - Coop
Basato sul Future Food District presentato ad Expo nel 2015, il nuovo concept store aperto di Milano rende trasparenti ai consumatori le informazioni disponibili: dalle materie prime e loro origine ai dati nutrizionali e ingredienti allergizzanti, dall’impatto ambientale espresso in CO2 alle indicazioni su come smaltire le confezioni.
Basta semplicemente indicare o sollevare il prodotto di proprio interesse per vedere visualizzate tutte le informazioni su schermi LCD interattivi sospesi sopra i banchi.

Amazon GO - Amazon
Primo esperimento di retail fisico senza casse e dipendenti. Lo store di Amazon utilizza nuove tecnologie come computer vision, sensor fusion e deep learning per rilevare prezzi ed elaborare conti velocizzando notevolmente il processo di acquisto.

Carrelli intelligenti - Walmart
Per facilitare la spesa quotidiana, il colosso statunitense ha introdotto carrelli autonomi in grado di interfacciarsi con i clienti tramite un device su cui è possibile visualizzare la posizione dei prodotti preferiti o in offerta. Un piccolo robot, inoltre, legge la lista da comperare e segue le persone fra le corsie trasportando per loro la spesa fino alla macchina.

eCommerce Predittivo - Tesco
Il retail britannico ha adottato un sistema di emissione degli ordini automatico all'interno del proprio ecommerce. L'idea si basa sulla logica If This Than That e consente di interconnettere piattaforme separate, come ad esempio il meteo o app per il monitoraggio dell'attività fisica: un evento registrato su una, dà luogo a una reazione sull’altra. Diventa così possibile fare rifornimento di bevande dissetanti in previsione di giornate assolate, programmare il riordino automatico a calendario per consumi ricorrenti o ricevere comunicazioni su promozioni in corso su un determinato alimento.

Il carrello traccia la spesa - U-Hopper
L'uso di sensori di movimento nei carrelli permette di monitorare gli spostamenti dei clienti, capire la disposizione migliore per le merci ed effettuare cambiamenti tempestivamente.
Un’app multifunzionale permette di accumulare punti, ricevere alert sulle prossime promozioni, consultare una mappa per raggiungere il prodotto cercato.

Smart Tags - Enea
Etichette intelligenti in grado di monitorare costantemente i prodotti sugli scaffali di domani fornendo informazioni relative allo stato di conservazione, al packaging, alla tipologia e sicurezza degli ingredienti, a eventuali anomalie che possono alterare la sicurezza alimentare. Tutto ciò grazie all’uso di sensori chimici, l’introduzione di nuovi materiali smart e l’applicazione dell’elettronica organica.

Robot, Analytics e IoT - Intel
Nasce in casa Intel il primo robot commesso in grado di muoversi autonomamente all’interno dei supermercati: Tally, colonnina mobile dotata di display e computer vision in grado di verificare la presenza degli articoli e  la correttezza dei prezzi. Il punto di forza dell'introduzione di tecnologie futuristiche consiste nella raccolta di informazioni (cosa, quanto, dove e come le persone acquisto) e nell’uso di questi dati per migliorare la user experience, attivare azioni di marketing mirate o anticipare le tendenze.

Rejirobo - Panasonic
La scansione degli acquisti diventa automatica grazie ad un sistema basato su tecnologie di scansione ed etichette intelligenti RFID. Il cliente ripone semplicemente il cestello della spesa su un piano e la macchina si occupa di accoglierlo, scansire, emettere il conto e imbustare.